Le origini di Venezia! - Carnevale di Venezia

Carnevale di Venezia 2018

Dal 03 Febbraio Al 13 Febbraio

Le origini di Venezia!

Mag 30, 2012 by

Le origini storiche dell’insediamento lagunare risalgono al periodo fra il V e il Vll secolo quando Pintensiticarsi delle invasioni barbariche costringe gli abitanti della Vetreria, un territorio appartenente alla X regio dell’impero romano, a rifugiarsi nelle isolette della laguna. Questi luoghi sperduti, abitati da popolazioni di pescatori, orticultori e salinai, costituivano un rifugio ideale per gli abitanti delle ricche città venete della terraferma, grazie alla difesa naturale data dalle acque, ma soprattutto alla povertà che rendeva questi isolotti irrilevanti per la brama di conquista degli invasori. l primi centri abitati dalle popolazioni fuggite dalle città di Aquileia, Concordia, Oderzo, Altino e Padova furono Cirado, Caorle, Eraclea, Jesolo, Torcello, Malamocco e Chioggia. Questi piccoli centri costituivano nel VII secolo una provincia sottoposta a governi locali diretti da “tribuni marittimi”, che dipendevano direttamente dell’esarca bizantino di Ravenna. L’aumento della popolazione e la conseguente esigenza di una maggiore difesa contro i longobardi che dominavano la terraferma, portarono il governo bizantino a sostituire la carica dei tribuni con quella più importante di un Duca, che fungeva da magistrato imperiale con poteri essenzialmente militari. Questo cambiamento portò il centro insulare a salire di importanza nella gerarchia del dominio bizantino, acquistando di fatto maggiori autonomie nell’amministrazione locale; anche se, la primitiva Venezia, continuava a riconoscere l’autorità imperiale. Nell’VIII secolo, a causa delle lotte fra fazioni, la sede del governo venne spostata da Eraclea a Malamocco e la carica di Doge divenne da quel momento (742 d.C) stabile fino alla caduta della Repubblica di San Marco. Nel IX secolo il doge Agnello Partecipazio trasferì il governo della citta da Malamocco all’isola di Rialto, segnando la definitiva nascita di un nuovo centro insulare: La nuova città è priva di un vero e proprio nucleo centrale compatto, ma si costituisce su piccoli centri sparsi sulle varie isole, tra le quali serpeggtano paludosi i corsi d’acqua le cui sponde vennero consolidate nel tempo. Le rive dei canali furono via via trasformate in piccole strade e le prime costruzioni, alzate su palafitte e zatteroni di larice, aumentarono lentamente lo spazio urbano, che acquisto cosi fin dalle origini, il suo singolare aspetto. Questa straordinaria conformazione salvò la citta dall’invasione dei Franchi di Pipino il Breve (809 d.C.). Nei due secoli che corrono fra l’800 e il 1000 avviene un continuo, ininterrotto periodo di ascesa e di sviluppo dei traffici e della navigazione, che costituirà la base delle fortune commerciali della città e dell’evento che consolidò per sempre l’identità cittadina, ricordato in numerose opere d’arte, fu l’arrivo delle spoglie di San Marco trafugate da Alessandria d’Egitto. ln onore dell’Evangelista, che venne acclamato come santo patrono della città al posto del greco Teodoro, si fondo la basilica che nel tempo costituirà il cuore della vita cittadina e il simbolo della sua grandezza.

The following two tabs change content below.

Condividi sui Social Network

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Maschera Carnevale di Venezia Maschera Carnevale di Venezia
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.