PIAZZA SAN MARCO - Carnevale di Venezia

Carnevale di Venezia 2018

Dal 03 Febbraio Al 13 Febbraio

PIAZZA SAN MARCO

Gen 19, 2012 by

Piazza San Marco si trova a Venezia ed è la principale attrazione turistica monumentale della città. Piazza San Marco si può visitare tutto l’anno e non si deve pagare un biglietto per accedervi. Piazza San Marco è, singolare caso a Venezia, l’unico grande spazio aperto denominato “Piazza”, mentre gli altri si chiamano “Campi”. Piazza San Marco ha la forma di un trapezio con una lunghezza di 175 metri, ha una larghezza di 57 metri sul lato minore dell’Ala Napoleonica e 83 mt. sul lato della Chiesa di San Marco.

Storia di Piazza San Marco

La storia di Piazza San Marco è ormai ben più che millenaria. Anticamente Piazza San Marco non aveva quell’aspetto sontuoso che possiamo ammirare ai giorni nostri. Piuttosto che una piazza essa era un orto di proprietà delle monache di S. Zaccaria che fu donato al doge Giovanni Partecipazio I nell’829. La Piazza San Marco originale era attraversata da un canale chiamato Rio Batario ed aveva alle sue estremità due chiese, a est una era dedicata a S. Teodoro (il primo santo patrono della città) ed un’altra a ovest era intitolata a S. Geminiano. Solo all’inizio del IX secolo venne costruita in Piazza la Chiesa di San Marco, a seguito della traslazione del corpo dell’evangelista, trafugato ad Alessandria d’Egitto, nel 828.

Colombi in Piazza San Marco

Piazza San Marco venne ampliata intorno all’anno 1172, grazie agli intervanti voluti dal doge Sebastiano Ziani, raddoppiando la propria superficie ed interrando il canale che la attraversava. Piazza San Marco fu selciata con dei mattoni disposti a spina di pesce circa cento anni dopo la morte del doge Ziani mentre fu lastricata con gli attuali masegni durante il dogado di Alvise III Sebastiano Mocenigo, nel corso del XVIII secolo. Piazza San Marco fu teatro per secoli di manifestazioni ed avvenimenti. In Piazza si tennero infatti fiere e mercati, giochi e processioni, la caccia ai tori e tornei di cavalleria, ma anche vi veniva portato il doge in trionfo appena eletto e vi si festeggiavano gli eventi più importanti del Carnevale di Venezia.

 

Ponendosi in centro di Piazza San Marco e guardando verso la basilica, si potranno vedere in senso orario i seguenti edifici: il Campanile di San Marco, le Procuratie Nuove, l’ Ala Napoleonica, le Procuratie Vecchie, la Torre dell’Orologio, il Palazzo Patriarcale e naturalmente la Chiesa di San Marco (di cui si parlerà in una pagina a parte). Ricordiamo che non si deve pagare per entrare in Piazza San Marco. Gli altri edifici affacciati in Piazza, alcuni pubblici altri privati, si possono visitare a pagamento o gratis.

Campanile di San Marco

Campanile di San Marco

La costruzione del Campanile di San Marco iniziò nel IX secolo con l’intento di usarlo come torre di osservazione e faro. Il campanile ebbe una sua cella campanaria a partire dal 1172. Nel periodo 1511-1514, durante il dogado di Leonardo Loredan, vennero eseguiti degli importanti lavori di ristrutturazione che lo portarono ad avere la forma attuale. Sulla sommità del campanile venne issato nel 1513 un angelo d’oro, una statua girevole che si muove a seconda del vento. Il 21 agosto 1609 Galileo Galilei mostrò alla Signoria di Venezia, proprio dalla cella campanaria, il cannocchiale. Il campanile crollò la mattina del 12 luglio del 1902 senza provocare vittime poichè a quell’ora Piazza San Marco era sgombra di persone. Esso fu ricostruito in soli 10 anni dov’era e com’era ed inaugurato il 25 aprile 1912, festa del santo patrono della città.

 

Il Campanile di San Marco è alto 98,60 metri (risultando il più alto di Venezia) ed ha due parti ben distinte: la prima, composta da mattoni, misura 49,50 m., mentre la seconda, quella superiore, forma la cella campanaria. Al suo interno sono poste 5 campane, delle quali la unica originale si chiama Marangona (le altre furono distrutte dal crollo del 1902, e quindi fuse nuovamente, i cui nomi sono: Pregadi, Nona, Maleficio, Trottiera). La vista di Venezia e della sottostante Piazza San Marco che si gode dall’alto è bellissima, specialmente durante le belle giornate, mentre nei giorni nuvolosi o con forte vento non è consigliabile salire sul campanile. Inoltre si dovrebbe evitare di stare nella cella campanaria durante lo scoccare delle ore, poichè il frastuono provocato dalle campane è veramente notevole e dà fastidio alle orecchie delle persone più sensibili (specialmente i bambini).

 

Si può salire sul Campanile di San Marco solo tramite ascensore. Il biglietto intero di ingresso costa 8 euro, mentre quello ridotto è di € 4 (bambini e gruppi). Gli orari sono variabili a seconda dei periodi, come segue: da aprile a giugno e nel mese di ottobre ore 9,00-19,00; da luglio a settembre h. 9,00-21,00; da novembre a marzo h. 9,30-15,45. I veneziani amano chiamare affettuosamente questo campanile “el paròn de casa”, ossia “il padrone di casa”. Anticamente intorno alla sua base erano poste delle rivendite di vino, coperte da alcune tende, da cui deriva il modo di dire ben noto in città: “Beviamo un’ombra” (ossia un bicchiere di vino), poichè questo veniva consumato in Piazza S. Marco, all’ombra delle tende e del grande campanile. Dalla cella campanaria parte, a mezzogiorno della prima domenica di carnevale, il Volo dell’Angelo, dando il via ufficiale alla più grande kermesse della città.

 

Torre dell’Orologio

La Torre dell’Orologio venne costruita in stile rinascimentale da Mauro Codussi nel 1499 (la parte centrale), mentre le due ali furono terminate nel 1506 da Pietro Lombardo. Dal suo sottoportico iniziano le Mercerie, lunga e trafficata strada, piena di negozi, che partendo da Piazza San Marco termina nei pressi di Rialto. La Torre dell’Orologio presenta sulla facciata principale verso la Piazza un bellissimo quadrante con smalti blu e dorature che indica i segni zodiacali con le fasi lunari oltre naturalmente a segnare le ore. La terrazza della Torre dell’Orologio ha al suo centro una campana che viene battuta ogni ora dai “Mori”, due sculture in bronzo eseguite da Ambrogio da le Anchore nel 1497. L’ingresso di questo splendido edificio si trova all’inizio delle Mercerie, sulla sinistra. La visita alla Torre dell’Orologio si può effettuare tutti i giorni ma solo su prenotazione, chiamando il numero di telefono +39 041 5209070 (biglietto intero 12 euro, ridotto € 7). Dalla terrazza della Torre si può ammirare la Piazza da un’angolazione diversa.

 

I musei di Piazza San Marco

I musei di Piazza San Marco sono i seguenti: Palazzo Ducale, Museo Correr, Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana e Museo Archeologico Nazionale. I musei di Piazza San Marco si possono visitare tutti con un unico biglietto che costa 12 euro (ridotto 6,50 euro), da novembre a marzo compreso. Mentre da aprile a ottobre compreso ha validità il biglietto “San Marco Museum Plus” (intero 13 euro, ridotto 7,50), che consente la visita oltre ai musei di Piazza San Marco, anche ad un altro museo civico della città a scelta. Piuttosto che comprare un biglietto singolo per un solo museo conviene comprare uno dei due pass a disposizione che consente di risparmiare sul costo di una singola visita e di evitare spesso lunghe code alle biglietterie.

The following two tabs change content below.

Condividi sui Social Network

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Maschera Carnevale di Venezia Maschera Carnevale di Venezia
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.