Venezia in Pillole - Scopri Venezia e la sua Magia

Carnevale di Venezia 2018

Dal 03 Febbraio Al 13 Febbraio

Venezia

Arrivando a Venezia in barca, o più comunemente, percorrendo il lungo ponte stradale realizzato nel XX secolo, si attraversa un breve tratto di mare punteggiato di isolotti sabbiosi, che conducono all’ingresso di una citta che sembra poggiarsi direttamente sull’acqua. Quest’immagine fantastica, quasi da sogno, ha reso Venezia, per molti artisti e scrittori che nei secoli l’hanno visitata, più un luogo della mente che non una città vera e propria. Anche la luce, che muta nel trascorrere delle ore, la nebbia mattutina, la limpida luminosità di mezzogiorno, il tramonto o il buio notturno, cambiano la percezione dei colori delle facciate degli edifici e degli infiniti chiaroscuri creati dalle logge dei palazzi e dalle sculture sulle Facciate delle chiese. La citta stessa, in tutte le sue componenti, e infatti un’opera d’arte in continuo divenire che coinvolge fisicamente chi la visita.

Se si osserva una qualunque pianta topografica della città ci si accorge che essa ha la forma di un grosso pesce appoggiato sull’acqua della laguna e solcato al centro dal sinuoso Canal Grande, nel quale si gettano, come in una fitta ragnatela, tantissimi canali minori.

Venezia e composta da più di un centinaio di isole collegate tra loro da centocinquanta rivi attraversati da circa quattrocento ponti.

Questo vasto territorio e diviso in sei zone, dette Sestieri:

  • il Sestiere di Castello, che prende il nome da un castello originariamente edificato sulla sua punta estrema;
  • il Sestiere di Cannaregio, “la regione delle canne”, perchè qui più che in altri punti della laguna si stendevano le paludi dal “Canal Regio”;
  • il Sestiere di Dorsoduro, che si sviluppa comprendendo, oltre all’isola della Giudecea, tutta la striscia meridionale dell’abitato;
  • il Sestiere di San Marco, il cuore della città, e i Sestieri di San Polo e Santa Croce, che prendono il nome dalle rispettive chiese.

 

Il Canal Grande

Il Canal Grande (detto anche Canalazzo dai Veneziani) è il canale principale della città di Venezia. Tracciando una S al rovescio nella città, il Canal Grande divide Venezia in due parti, dall’inneso del Ponte della Libertà al Bacino di San Marco. Con i suoi 3800 m di lunghezza il canal grande spacca letteralmente la città, e grazie alla sua larghezza (dai 30 ai 70 m) e alla sua profondità (5 m in media) è posibile navigarlo con mezzi a motore e non, che sono utilizzati principalmente come trasporto pubblico.

In tutto il suo splendore, il Canal Grande è costeggiato da grandiosi edifici, costruiti tutti tra il XII e il XVIII secolo, i quali contribuiscono enormemente a portare sul piedistallo questo canale diventato simbolo delle arti e benessere della repubblica Veneziana.

Il traffico sul canale è dettato dalla navigazione a fasce orarie suddivise per tipologia. Purtroppo non può essere solcato da qualsiasi barca e in qualsiasi quantità poichè il moto ondoso prodotto dalle imbarcazioni a motore è un grande problema per le fondamenta degli edifici di Venezia.

 

Curiosità

Left Right

Le punte delle gondole sono state costruite con uno schema ben preciso e importante, riportando tutte le caratteristiche di Venezia.

La strada più stretta di Venezia si chiama Calletta Varisco ed è situata nelle vicinanze di Campo San Canciano. La sua larghezza di solo 53 centimetri!

 

Condividi sui Social Network

Maschera Carnevale di Venezia Maschera Carnevale di Venezia
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.