A spasso tra le calli di Venezia - Carnevale di Venezia

Carnevale di Venezia 2020

Dal 08 Febbraio Al 25 Febbraio

A spasso tra le calli di Venezia

Mag 2, 2017 by

Ponte di RialtoSestieri, rii, canali, calli, corti, campi, campielli, laguna, vaporetti, gondole… di cosa parlo? Ma ovviamente della magnifica, indimenticabile, inimitabile città di Venezia!

Venezia per i veneziani è unica nel suo genere e anche se ci sono tante città sparse in tutto il mondo che cercano di imitarla, non troverete mai un posto uguale a Venezia.

A spasso tra le calli di Venezia: curiosità urbane

Se andate a Venezia per la prima volta e sentite parlare di sestieri, calli e campi, non preoccupatevi, si stanno riferendo a quartieri, vie e piazze. Eh già perché a Venezia le strade sono i canali, le vie si chiamano calle e i nomi sono scritti in riquadri bianchi chiamati nizioleti e posti ai lati esterni degli edifici. Non vi sono macchine e per spostarsi da un punto all’altro si usano i taxi d’acqua privati o il vaporetto che funziona come un qualunque autobus urbano.

A spasso tra le calli di Venezia: cosa fare e cosa vedere in un giorno

Avete solo un giorno di tempo per vedere la città e non sapete da dove iniziare? Ecco qui qualche suggerimento.

Per poter vedere l’intera città è consigliabile l’uso del vaporetto che vi porterà nelle varie zone turistiche della città senza dover attraversarla tutta a piedi. In alternativa, per un giro più romantico e sicuramente meno economico, si può utilizzare la tipica gondola.

Pizza San Marco e CampanilePartiamo dalla famosissima Piazza San Marco, impossibile non notarla all’arrivo in città col vaporetto. È utilizzata come punto di riferimento per i turisti, la piazza è lunga 170 metri circa e si divide in tre zone: piazza, piazzetta e piazzetta dei Leoncini. In questa zona si può visitare la Basilica di San Marco con il suo campanile, la Libreria Marciana, le colonne, il Palazzo Ducale o Palazzo dei Dogi, le Procuratie e la Torre dell’Orologio.

Dietro al Palazzo Ducale, si può vedere il famoso Ponte dei Sospiri che collega l’edificio con le prigioni.

Proseguendo lungo il canale in direzione della Biennale, si trova il Museo Storico Navale che contiene pezzi unici della Marina Militare Italiana, modelli in scala di antiche imbarcazioni, le prime gondole e altri cimeli a tema nautico. Dal museo navale, proseguendo sul Rio de l’Arsenal, si arriva all’Arsenale di Venezia, gli antichi cantieri dove si costruivano le navi della Serenissima.

Utilizzando il vaporetto dalla fermata Arsenale, si può tornare indietro verso piazza San Marco e proseguire oltre per raggiungere la Collezione Peggy Guggenheim che raccoglie importanti opere d’arte europee e americane; le Gallerie dell’Accademia, importante museo che raccoglie le opere d’arte veneziane ma anche venete del periodo dal XIV al XVIII secolo. Tra i maggiori artisti ricordiamo Tintoretto, Canaletto, Tiziano, Bellini e Veronese. Poco più avanti si trova Ca’ Rezzonico, il museo settecentesco che racconta la vita sontuosa degli ultimi anni della Repubblica di Venezia attraverso quadri, mobili, strumenti e molto altro.

Proseguendo il tour col vaporetto e risalendo il Canal Grande si raggiunge un altro punto di riferimento molto famoso: il Ponte di Rialto. Con una storia lunga più di 800 anni, questo ponte alla sua realizzazione, fu l’unico che attraversava il Canal Grande a piedi fino a quando non venne costruito il Ponte dell’Accademia nel 1854. Il ponte è alto 7.5 metri ed è sostenuto da una enorme struttura che conta quasi 12mila pali di legno e che ancora oggi sostiene il peso dei milioni di turisti che lo attraversano ogni anno.

Restando sul vaporetto si completa il giro arrivando alla stazione ferroviaria Santa Lucia dove a fianco c’è la chiesa Santa Maria di Nazareth, conosciuta anche come Chiesa degli Scalzi, in stile barocco veneziano fu iniziata nel 1670 per commissione dei padri carmelitani scalzi e fu terminata solo nel 1705. Di fronte si trova il Ponte degli Scalzi, che assieme ai ponti di Rialto, dell’Accademia e il più recente ponte della Costituzione, formano i 4 ponti che attraversano il Canal Grande.

Se volete cogliere l’occasione di vedere i vetrai all’opera allora sempre con il vaporetto potete spostarvi nella vicina isola di Murano e girare tra le calli alla ricerca dei più bei souvenir in vetro.

Maschera di carnevale

A spasso tra le calli di Venezia: il carnevale

Ogni occasione è buona per visitare Venezia, che sia estate o inverno, che ci sia l’acqua alta o che il Canal Grande sia in secca, ma soprattutto, la città merita una visita sotto il periodo di carnevale dove spuntano persone in abiti settecenteschi coperti dalle famose maschere inespressive a nascondere i volti dei veneziani in festa. Il carnevale di Venezia è famoso in tutto il mondo tanto che ogni anno c’è il pieno di gente tanto da non riuscire a muoversi specialmente nei punti principali dove avviene la sfilata.

The following two tabs change content below.

Stefania Bellotto

Ciao sono Stefania, mi piace viaggiare e scoprire posti nuovi, gente nuova, vecchie tradizioni, lingue... Ho l'abitudine di perdermi dentro a un buon libro, una fanfiction, musica, qualunque cosa che mi faccia allontanare dal presente per un po'. La mia vita è un infinito Work in Progress.

Condividi sui Social Network

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Maschera Carnevale di Venezia Maschera Carnevale di Venezia
x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.